Storia di un giardino

Parliamo di un piccolo giardino condominiale, veramente abbandonato alle erbe infinite con il cromosoma jungla e a qualche sporadico cespugliodi bella di notte. Ero arrivata da poco a casa di mia figlia, trasferita con il marito per lavoro da Sud a Nord, come in quei divertenti film comici che proprio allora uscivano nelle sale. Faccio conoscenza con la nostra vicina … Continua a leggere

Ordine e caos – parte seconda

Arriva la primavera…i fiori si tingono di nuovi colori, il cielo è blu, tutto intorno risplende, c’è voglia di sole e mare……e il m io sguardo corre a te armadio mio, e penso, con un moto di struggente malessere…”E che cavolo! Prima o poi la vincerò questa ricorrente battaglia tra noi due, noo? ( to be continued)

Piccole cose

Da piccola, era quasi quotidiana la passeggiata al parco con la nonna. Lei leggeva e ricamava. Io esploravo e raccoglievo tesori inestimabili: un piuma, un sasso colorato, un fiore, una bacca. Quel luogo mi affascinava molto. Un albero secolare di magnolia con dei robusti rami bassi perfetti per arrampicarsi era diventato presto la mia casa e negli incavi riponevo il … Continua a leggere

Ordine e caos

Oggi potrebbe essere interessante una conversazione su qualcosa che riguarda un po’ tutti noi: l’eterna lotta fra ordine e caos. Beninteso non in senso filosofico, ma proprio la divisione del mondo in due categorie ben distinte che come le rette parallele, non si incontrano mai: gli ordinati e il loro contrario, tra cui me. Ho passato una vita a cercare … Continua a leggere

Dafne

Dafne è una persona conosciuta anni fa, presentata da un’amica comune. La vedevo non tanto spesso e spesso in compagnia per cui più che parlarle direttamente ascoltavo i suoi discorsi e intanto mi facevo un’opinione su di lei. Una di quelle tipe che o ci vai subito d’accordo o scappi a gambe levate sennò la strozzi : senza mezze misure. … Continua a leggere

Spaghettino?

Arriva un momento in una serata con amici quando i bimbi dormono, i discorsi sono piacevoli e c’è quella bellissima pigrizia che quasi ti impedisce di porre fine all,’incontro e ti fa restare a ridere e parlare ancora un po’. E’ il momento dello spaghettino. Tutti:”No, dai è tardi, domani non ce la faccio ad alzarmi..” ma poi tutti sanno … Continua a leggere

Oggi ho adottato una pianta.è una bulbosa con delle pannocchiette blu. Si chiama Muscari. La stavano svendendo insieme a decine di altre piante in condizioni disperate. Lei però era bella. Un po’sinistrata giusto per giustificarne l’appartenenza alla svendita ma con una sua tranquilla dignità. Così l’ho comprata per affetto; mi sembrava troppo brutto lasciarla li’. A volte mi chiedo come … Continua a leggere